Andando in giro per YouTube, trovo tanti piccoli YouTuber che cercano di aumentare i propri iscritti, ma commettono circa sempre gli stessi errori nel proprio canale e nei propri video.

Ho deciso quindi, di raccoglierli in questo articolo per evitare che li commetta anche tu! Pronto a mettere in pratica questi consigli?

Partiamo!

errori canale youtube consigli

Programmazione

Ci sono canali che caricano 12 video al giorno e canali che ne caricano 2 all’anno… (cof cof mightypirate cof cof)

Cerca di trovare una via di mezzo.

Caricare troppi video non va bene, altrimenti i tuoi iscritti si ritroverebbero la home-feed intasata e… non ci sarà da stupirsi se una parte di questi deciderà di disiscriversi dal tuo canale. Che dici, evitiamo?

Che poi, per fare una quantità così elevata di video, è probabile che la qualità non sia proprio un gran che… anzi, deve proprio far schifo!

Facendo invece 2 video all’anno (a parte rari casi… cof cof mightypirate cof cof) riuscire a fidelizzare il proprio pubblico e costruirsi un seguito consistente sarà una vera e propria impresa, quasi impossibile direi. Le persone finiranno per dimenticarsi di te.

Quanti video fare quindi?

Mah… non esiste un numero preciso. Dipende dal tipo di format.

Ad esempio Breaking Italy (che ha un format in cui parla di attualità), non penso che avrebbe avuto successo se avesse fatto un video ogni 1-2 settimane. Nel suo caso, 5 video a settimana è la scelta migliore.

Daniele Doesn’t Matter ha costruito il suo seguito pubblicando un video a settimana.

Quindi, non posso dirti ogni quanto pubblicare.

Ti dico solo di non rinunciare alla qualità, prenditi il tempo che ti serve. I video più belli e – di solito – i più apprezzati, sono quelli realizzati in più tempo.

Nome

Scegliere un nome, nickname (o come ti piace chiamarlo) è una fase molto importante nella creazione di un canale YouTube.

Sarà la parola che le persone assoceranno al tuo progetto, alla tua faccia, ai tuoi video.

Non mi voglio dilungare più di tanto, ho già creato un articolo tempo fa sulla scelta del nome per un canale YouTube.

alta qualità

Qualità video

Non mi stancherò mai di dirlo, siamo nel 2015 cazzo! In america già tutti stanno facendo video in 4k!

Fai una bella cosa, falla ora però, prendi la webcam che hai davanti a te, e buttala nel cestino. Stessa cosa per il microfono comprato a €2,40 dai cinesi al mercato.

Uno dei principali segreti del successo è l’esperienza utente, lo diceva anche Steve Jobs. Magari hai anche creato un video interessante, ma se non si capisce niente e si vede male, le persone scapperanno! (Senza neanche i sensi di colpa). E non torneranno mai più.

Ho quindi creato per te una lista della migliore attrezzatura per fare video su YouTube. Se per te la spesa è troppo elevata, puoi iniziare anche con una normale telecamera in HD.

Originalità

“Che argomenti tratti sul tuo canale YouTube?”

“Ma che domande! Faccio gheimplei di maincraft senza audio in 144p e 3 fps (anche se a volte riesco ad arrivare a 5 yeee)”.

“Quanti iscritti hai?

“23”

“Da quando fai questi video?”

“Da 2-3 anni, ma per forza che non riesco a crescere, youtube chiude i feed, facebook limita la visibilità, il sistema fa crescere i canali già grandi e gne gne gne”

Allora, basta, non se ne può veramente più.

Voi creare un canale YouTube? Bene.

Crealo però, se hai veramente qualcosa da dire, dei contenuti diversi, originali! Qualcosa di mai visto (in Italia).

Se proprio non ti viene in mente nulla di nuovo, dai una sbirciatina ai format esteri e prendi qualche spunto da loro (Non intendo copiare senza pudore… cof cof hai già capito cof cof). Sono una vera miniera di idee che quasi nessuno in Italia ha già visto!

Coerenza nelle grafiche

Quello che devi capire è che il tuo canale è una specie di “brand” e devi essere subito riconoscibile, in qualsiasi contesto.

Che sia YouTube, che sia Twitter, che sia Facebook, che sia Google+ ma anche un volantino, una maglietta, una grafica: mantieni sempre lo stesso stile.

Scegli dei font da utilizzare, scegli dei colori (salvati i codici rgb) che stiano bene tra di loro, scegli uno stile e cerca di rimanere sempre coerente.

Quindi, non farti fare la copertina su YouTube gialla con una mega-scritta 3D con le ombre fighe, poi su facebook una copertina blu in material design e su twitter una scritta in comic sans verde con i pupazzetti.

Pensa ai grandi marchi del mondo, amazon per esempio, non noti una certa coerenza? Nel sito, su Twitter, su Facebook… Tutto bianco e grigio chiaro, i particolari gialli e sempre gli stessi font.

Anche il tuo canale deve essere così!

Argomento

É una cosa già detta, ridetta e stradetta, lo so.

Ma ci sono ancora troppi canali che ancora non l’hanno capito.

“Che argomento tratti sul tuo canale YouTube?”

“Ah… faccio dei vlog su tutto quello che mi passa per la testa: calcio, cinema, serie tv…”

Non sei mica Sky o Mediaset Premium!

Trova un argomento (più o meno specifico) e parla solo di quello sul tuo canale.

Diventerai un riferimento del settore su YouTube e questo ti porterà tante opportunità, oltre che avere più probabilità di successo 😉

come aprire un canale youtube

Gestione della pagina Facebook

Facebook (e tutti gli altri social network) sono strumenti potentissimi per portare visibilità al tuo canale YouTube. Per questo bisogna essere in grado di saperli utilizzare nel migliore dei modi, per sfruttarli al massimo delle loro potenzialità.

Per ora, ti do giusto qualche suggerimento, ma credo che in futuro scriverò un post interamente dedicato alla gestione di una pagina Facebook.

Hai mai sentito parlare di EdgeRank?

É sostanzialmente quell’algoritmo di Facebook, che fa in modo che la portata dei contenuti (post, foto, video ecc.) non sia quasi mai uguale a quella dei fan della pagina (ma circa il 3-15%).

Ma allo stesso tempo, evita che la tua home di Facebook sia uguale a quella di Twitter (385639 post al secondo e alla fine non ne leggi neanche uno), ovvero, che un utente vede in home, solo contenuti delle pagine con cui interagisce di più.

Tutto questo per dire cosa?

Che un Edgerank più alto, aumenta la portata (persone che vedono il contenuto) dei post che pubblichi sulla tua pagina Facebook.

Come aumentare l’Edgerank quindi? Facendo interagire il più possibile le persone con i tuoi post.

“Si occapitto tommà!! Ma come faccioooeeeoeoeoeo??!”

Innanzitutto, non postare troppi link. Infatti i link ottengono molto spesso poca interazione e quindi l’edgerank si abbassa.

Pubblica foto inedite, video, scrivi cose divertenti, riporta qualche notizia, fai domande al tuo pubblico ecc.

Il tuo obiettivo su Facebook deve essere lo stesso di una bimbaminkia: ottenere like. Ma soprattutto commenti e condivisioni.

In questo modo i like alla tua pagina facebook aumenteranno e, quando condividerai il link del tuo nuovo video, lo vedranno più persone.

 

Bene, spero che questo post ti sia piaciuto e che ti sia stato utile. (Mi ha richiesto diverse ore!)

Se ti va, condividilo!

Puoi trovarci anche sui social:


loading...

Commenti

Commenti

Commenti

Comments are closed.

Post Navigation